Servizio Elaborazione e aggiornamento DVR

DVR (Documento di Valutazione dei Rischi)
>Redatto a seguito di un’analisi dettagliata dei rischi conosciuti e di quelli poco identificabili, presenti in azienda, che possono ledere la salute del lavoratore. Il DVR è un documento obbligatorio per qualsiasi tipologia di azienda indipendentemente dal settore di attività, dal numero di dipendenti e dal livello di rischio (sono esenti solo le aziende individuali e quelle a conduzione familiare vedi Art. 21 del Testo Unico). Oggetto del DVR non è solo la valutazione di tutti i rischi presenti in azienda, ma anche i criteri usati per tale valutazione, le misure preventive e protettive perseguite per contenere i rischi sotto la soglia di accettabilità, e il piano di miglioramento per il futuro. Nel DVR è necessario inserire i nominativi delle figure di riferimento aziendali, le procedure che consentono di realizzare le misure preventive, le mansioni che espongono i dipendenti ai rischi specifici. Ci sono sanzioni pesanti se non viene elaborato il DVR. Il datore di lavoro rischia sanzioni da 2500 a 6400 euro e in alcuni casi arresto da 3 a 6 mesi. La revisione del documento è prevista ogni tre anni, a meno che avvengano modifiche al processo lavorativo che possono cambiare l’insorgere e la permanenza del rischio poiché, in tal caso, il DVR va rielaborato.

Elaborazione del Documento di Valutazione dei Rischio
La valutazione dei rischi è definita dal Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 come la “valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori presenti nei luoghi di lavoro finalizzata a individuare le misure di prevenzione e protezione e ad elaborare il programma delle misure di miglioramento”. Il DVR è strutturato per macro aree:
– Valutazione delle singole fasi di lavoro
– Valutazione dei luoghi di lavoro
– Valutazione delle singole attrezzature/macchine da lavoro.
Riferimenti normativi: Art. 17,28,29 del D.Lgs.81/08

Aggiornamento del Documento di Valutazione del Rischio
L’aggiornamento del Documento di Valutazione del Rischio deve essere effettuato in occasione di variazione dei livelli di rischio e/o modifiche sostanziali dei processi di lavoro e/o dell’organizzazione del lavoro, a seguito di infortuni significativi o quando i risultati della sorveglianza sanitaria ne evidenzino la necessità. Nelle ipotesi di cui sopra, il DVR deve essere rielaborato nel termine di trenta giorni dalle rispettive causali.
Riferimenti normativi: Art. 29 del D.Lgs.81/08

Contattaci ora per chiedere informazioni

Non esitare a scriverci per richiedere maggiori info sui nostri servizi

Grazie per il messaggio. E' stato inviato.
Errore nell'invio del messaggio. Si prega di riprovare.