• commerciale@tutorconsulting.it | 011 196 651 16 

  • Lun. - Ven.: 09.00 - 13.00 | 14.00 - 18.00

Maggiorazione sanzioni lavoro da Legge Bilancio

Maggiorazioni sanzioni lavoro. È stata pubblicata dall’Ispettorato nazionale del lavoro la nota 5 febbraio 2019 n. 1148 con ulteriori chiarimenti rispetto a quanto previstodall’art. 1, comma 445, lett. e), L. n. 145/2018, a integrazione di quanto già chiarito dallo stesso Inl nella circolare circolare n. 2/2019.

Il chiarimento interessa in particolare il significato di tale passaggio: “le maggiorazioni sono raddoppiate ove, nei tre anni precedenti, il datore di lavoro sia stato destinatario di sanzioni amministrative o penali per i medesimi illeciti“.

Viene specificato che la sanzione maggiorata interesserà la reiterazione del medesimo illecito, ovvero una violazione del precetto già trasgredito e destinatario sarà il soggetto che nella stessa impresa in precedenza sarà stato “trasgressore” in violazioni amministrative o il “datore di lavoro” per violazioni riguardanti la sicurezza sul lavoro D.lgs. n. 81/2008.

Questo varrà per sanzioni giunte al termine del periodo di impugnazione; pagate; passate in giudicato su sentenza dopo impugnazione.

Non varrà in caso di estinzione per pagamento in misura ridotta; “illeciti per i quali il contravventore abbia adempiuto alla prescrizione effettuando i relativi pagamenti ai sensi degli artt. 20 e 21 del d.lgs. n. 758/1994 e dell’art. 15 del d.lgs. n. 124/2004“.

Norme sicurezza antincendio edifici civile abitazione, modifiche in decreto

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.30 del 5 febbraio 2019 il Decreto del Ministero dell’Interno del 25 gennaio 2019 Modifiche ed integrazioni all’allegato del decreto 16 maggio 1987, n. 246 concernente norme di sicurezza antincendi per gli edifici di civile abitazione. Decreto che riporta un nuovo allegato che va a sostituirsi al precedente del citato decreto del 1987 modificandone le relative norme antincendio. Sarà in vigore a 90 giorni dalla pubblicazione in GU.

Il decreto si applicherà agli edifici di nuova costruzione e per quanto riguarda gli esistenti dovranno adeguarsi alle disposizioni con le seguenti scadenze:

  • “due anni dalla data di entrata in vigore del presente decreto per le disposizioni riguardanti l’installazione, ove prevista, degli impianti di segnalazione manuale di allarme incendio e dei sistemi di allarme vocale per scopi di emergenza;
  • un anno dalla data di entrata in vigore del presente decreto per le restanti disposizioni”.

Gli edifici soggetti a decreto del Presidente della Repubblica 1° agosto 2011, n. 151 dovranno dimostrare l’avvenuto adeguamento nel momento del rinnovo periodico della conformità antincendio.

L’articolo 2 del decreto riporta nuove indicazioni per la sicurezza delle facciate degli edifici soggetti a decreto 151/2011. Si applicheranno alle nuove costruzioni; su edifici esistenti in caso di rifacimento superiore al 50% della superficie complessiva della facciata; non per lavori o progetti già approvati dal competente Comando dei Vigili del Fuoco ai sensi dell’art. 3 del decreto del Presidente della Repubblica 1° agosto 2011, n. 151 o con atti abilitativi già concessi.

Può costituire riferimento progettuale il documento Requisiti di sicurezza antincendio delle facciate negli edifici civili allegato alla lettera circolare n. 5043 del 15 aprile 2013.

Denunce infortuni lavoro malattie professionali, open data Inail luglio 2018

ROMA – 379.206 denunce di infortunio sul lavoro, 587 con esito mortale, 37.501 denunce di malattia professionale. Sono stati pubblicati da Inail gli open data luglio 2018. Dati sulle denunce pervenute all’Istituto nel periodo gennaio-luglio 2018, pubblicazione ripresa ad agosto dopo la sospensione temporanea dovuta all’aggiornamento dei sistemi rispetto all’obbligo di comunicazione a fini statisti dei casi con assenza dal lavoro di almeno un giorno. Obbligo ricordiamo in capo ai datori di lavoro.

Read more

#EUOSHA25, i 25 anni dell’Agenzia europea salute e sicurezza sul lavoro

25 anni di lavoro congiunto per un’Europa sana e sicura. L’Agenzia europea per la salute e la sicurezza sul lavoro celebra nel 2019 i venticinque anni di attività, venticinque anni di iniziative, ricerche, campagne per la promozione della salute e della sicurezza negli ambienti di lavoro europei. Read more